DALLA LOGISTICA AL SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

La logistica aziendale è una disciplina ancora giovane. Nasce infatti nella metà degli anni settanta per occuparsi di aspetti dell’impresa che nessuno allora voleva – o sapeva – gestire, in particolare i magazzini. Ma in questo luogo di “Cenerentola aziendale” non è rimasta a lungo. Facendo leva – prima tra tutte le funzioni – sulle promettenti potenzialità dell’informatica, ha incominciato a occuparsi di temi via via più complessi che le hanno dato sempre più alta visibilità e importanza. Dai primi magazzini è passata a gestire le reti distributive, le scorte, gli approvvigionamenti, la programmazione della produzione, fino alla strategia basata sul servizio al cliente. Oggi ancora una volta la logistica si appresta a intraprendere una nuova strada, quella della gestione dell’intera “catena distributiva”. Ossia del miglioramento delle attività di interfaccia che legano tutte le imprese che producono, che distribuiscono, che vendono. Attività che sono spesso fonte di inefficienze e sprechi, o che non creano alcun valore. Con questo ultimo sviluppo la logistica dà vita di fatto a una nuova e distinta funzione aziendale: il Supply Chain Management. In questo volume Claudio Ferrozzi e Roy Shapiro delineano il passaggio dalla logistica al Supply Chain Management con lo scopo di facilitare la comprensione di una funzione centrale delle aziende moderne e di stimolare riflessioni su una delle prospettive destinate a caratterizzare la cultura manageriale dei prossimi anni: il coordinamento operativo tra le imprese.