Class CNBC

Quotarsi per crescere

Videointervista (parte1)

Videointervista (parte 2)

GEA-MIND

FAMILY BUSINESS 4.0

Problemi e opportunità per le imprese familiari italiane

Questo è un libro sulle imprese di famiglia e sulle sfide che devono affrontare oggi per assicurare la propria continuità. La prima sfida è costituita dal passaggio generazionale in quanto nei prossimi anni diverse migliaia di aziende italiane dovranno inevitabilmente sostituire la generazione al comando. La seconda sfida è rappresentata dall’avvento della digitalizzazione che appare ai nostri occhi come l’innovazione più rivoluzionaria di tutti i tempi, capace di modificare le nostre condizioni di vita e il sistema economico e sociale che ci circonda. Una sfida nuova per le imprese familiari che porta anche ad accelerare la  transizione generazionale. Poche aziende si stanno preparando per affrontare questa tempesta perfetta, da qui è nata l’idea di scrivere un libro per aiutare i fondatori e i loro discendenti ad affrontare la situazione.

Corriere della Sera

Brescia diventa la «capitale» delle imprese famigliari

Arriva il «Family Business Festival»
Con il Corriere dibattiti e grandi ospiti
Sul palco anche Giuseppe Conte

Leggi l'articolo

Corriere della Sera - L'Economia

Aprire il capitale per allargare le opportunità

«La paura intrinseca degli imprenditori italiani di aprire il capitale a soggetti esterni è innata e irrazionale, proprio come lo è quella di volare su un aeroplano che, statistiche alla mano, è il mezzo di trasporto più sicuro»: a pronunciare queste parole è Luigi Consiglio, presidente di Gea, Consulenti di direzione, che, con il partner di Gea Cristiano Grosa, curerà il workshop Paura di volare. Aprire il capitale dell’azienda di famiglia: soluzioni organizzative e gestionali, venerdì 5 aprile dalle 12 alle 13 a Brescia (saletta del Teosa).

Continua a leggere l'articolo

Milano Finanza

Gli italiani adottino il modello Wal-Mart

Se gli italiani continuano a rivolgersi al canale della grande distribuzione non c’è troppo da stare allegri. Se i numeri degli operatori, in molti casi, sono in crescita, non bisogna sedersi sugli allori. Perché la rivoluzione, rappresentata dalla concorrenza dei discount e dell’e-commerce, è forte. Perché Amazon&co non stanno a guardare. E perché, comunque le abitudini dei consumatori cambiano. Per tale ragione, secondo Luigi Consiglio, dal 2009 presidente della boutique di consulenza strategica indipendente Gea (società fondata nel 1965 che conta uno staff di oltre 30 professionisti), serve una cura choc.

Continua a leggere l'articolo.

  • 2 di 46