GEA

L'impresa italiana di fronte alla crisi COVID-19

Per fronteggiare la crisi le aziende devono mettere in campo azioni organizzative e gestionali non solo per presidiare la situazione attuale ma anche per la gestione della ripartenza. L’evoluzione fino ad ora imprevedibile della crisi e l’incertezza relativa ai nuovi scenari che ci aspettano impongono alle nostre organizzazioni una profonda riflessione sulle azioni tattiche e su quelle strategiche da implementare, volte a riprendere un percorso di crescita profittevole e sostenibile nel tempo. Progetti e iniziative a ogni livello, ipotesi di investimento e attività di M&A non sono per ora solo congelate, ma andranno profondamente rivalutate alla luce del nuovo mondo che ci aspetta. È fondamentale utilizzare questo periodo di fermo e i primi mesi dopo la ripartenza per capire bene i possibili nuovi contesti di riferimento. Chi capirà meglio e prima degli altri avrà ragionevolmente più probabilità di superare le difficoltà e anche di cogliere nuove opportunità.

Clicca qui per scaricare il PDF "L'impresa italiana di fronte alla crisi COVID-19" di Gianpaolo Fascina e Stefano Pellandini

Harvard Business Review Italia

Retailing Disruption: come ripensare i business model di una distribuzione "non più" moderna

Harvard Business Review Italia - Articolo di Luigi Consiglio

Le aziende retali sono di fronte a rischi sistemici e a scelte complesse in uno scenario completamente mutato soprattutto a causa dell'innovazione tecnologica. 
Un cambio radicale di rotta è però non solo auspicabile, ma strategicamente possibile. 

Leggi l'articolo

Harvard Business Review Italia

I negozi “tradizionali” tornano di moda

Dati per morti ai margini della distribuzione al dettaglio che viaggia su Internet, i negozi fisici stanno trovando sorprendentemente nuove soluzioni per competere.

Leggi l'articolo

la Repubblica.it

Black Friday. Alimentare, abbigliamento, mobili: ecco le vittime "fisiche" dell'e-commerce

L'e-commerce dilaga in tutto il mondo, anche se con tassi di crescita diversi a seconda dei settori. Le Amazon e le Alibaba di turno, progressivamente, apriranno più magazzini portando le botteghe e alcune categorie di negozi alla chiusura. E già successo a libri, viaggi e giocattoli. Sono fallite le catene di grandi magazzini e ora inizia a scricchiolare qualche catena di bar e ristoranti. Tremano anche i modelli di qualche grande supermercato.

Leggi l'articolo

Logistica

Tra partner è d'obbligo agire in chiave collaborativa

La fiducia reciproca è alla base dei processi digitalizzati che attraversano la filiera e automatizzano lo scambio e la condivisione delle informazioni, superando la comunicazione tradizionale e agevolando la produzione e la movimentazione delle merci, migliorandone efficienza e reattività. 
Ma la collaborazione si può esprimere anche a livello superiore, fino a permettere la riprogettazione di un'intera catena della fornitura. Ne abbiamo parlato con Marco Chinello, senior partner di Gea,  specializzata nella consulenza logistica più avanzata. 

Continua a leggere l'articolo

  •  
  • 1 di 44